RDO MEPA 4435195 – PROCEDURA APERTA EX ART. 71 D.Lgs. 36/2023 PER L’AFFIDAMENTO DI UN ACCORDO QUADRO CON UN UNICO OPERATORE, MEDIANTE PIATTAFORMA ME.P.A., FINALIZZATO ALL’ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO A TEMPO DETERMINATO, CON IL CRITERIO DLL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA EX ART. 108, D.LGS. 36/2023.

Documentazione su piattaforma MEPA e su “Amministrazione Trasparente”

Gara CIG 9976320FB0 procedura MEPA 3672668Gara CIG – Trasmissione Calendario Operazioni di gara

A parziale rettifica del Verbale di gara del 04 agosto 2023 la presente per precisare che le operazioni di gara proseguiranno secondo il seguente calendario:

  • mercoledi 09 agosto ore 09:30seduta pubblica – verifica dei documenti trasmessi dagli Operatori Economici ammessi con riserva, a seguire la verifica dei requisiti per ciascun partecipante;
  • mercoledi 09 agosto ore 10:00 – seduta privata – valutazione delle offerte tecniche dei concorrenti ammessi in seduta privata;
  • mercoledi 09 agosto ore 13:00 – seduta pubblica – apertura delle offerte economiche dei concorrenti ammessi ed eventuale aggiudicazione provvisoria.

Ercolano lì 05/08/2023

Il RUP

RDO MEPA 3672668 – PROCEDURA APERTA EX ART. 71 D.Lgs. 36/2023 PER L’AFFIDAMENTO DI UN ACCORDO QUADRO CON UN UNICO OPERATORE, MEDIANTE PIATTAFORMA ME.P.A., FINALIZZATO ALL’ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO A TEMPO DETERMINATO, CON IL CRITERIO DLL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA EX ART. 108, D.LGS. 36/20253.

RISPOSTE IN FORMA ANONIMA AI QUESITI PERVENUTI A TUTTO IL 27 LUGLIO 2023

Quesito n. 1

·         Affinché l’operatore economico possa formulare un’offerta economica sostenibile e comparabile a quelle formulate dagli altri partecipanti, si chiede di riferire per ciascun livello richiesto il numero delle ore stimato e il costo orario con precipua indicazione del rispettivo tasso INAIL.

·         Capitolato art. 6 punto 9.  Per quanto attiene l’obbligo a carico dell’agenzia di provvedere all’addestramento all’uso delle attrezzature, occorre evidenziare che il lavoratore somministrato, ai sensi dell’art. 34, c. 3, D.Lgs. 81/2015, è computato nell’organico dell’utilizzatore ai fini della applicazione della normativa in materia d’igiene e sicurezza sul lavoro; ne deriva che l’addestramento inteso come complesso delle attività volte a garantire l’apprendimento da parte dei somministrati dell’utilizzo corretto a seconda delle attività affidate – di attrezzature, impianti, sostanze, dispositivi viene effettuato da persona esperta e sul luogo di lavoro (art. 37 c. 5 D.Lgs. 81/08) non può che ascriversi in capo all’utilizzatore. La ratio della norma è duplice: sotto un primo profilo garantire un addestramento idoneo che, nell’ambito della somministrazione, deve essere reso a cura del datore di lavoro sostanziale (rectius utilizzatore) che eterodirige la prestazione di lavoro ed adotta il documento di valutazione dei rischi relativo ai luoghi di lavoro ove è svolta la prestazione lavorativa; sotto altro profilo garantire che l’addestramento sia efficace e, dunque, atto a prevenire eventi infortunistici o malattie professionali. Alla luce di tale premessa, si chiede di voler rivedere la prescrizione che pone in capo all’APL l’addestramento del personale all’uso delle attrezzature di lavoro necessarie allo svolgimento della mansione richiesta, documentando opportunamente l’avvenuto adempimento. Nel caso in cui, al contrario, si confermi la disposizione si chiede di indicare quale sia l’addestramento richiesto nonché:

1.       Garantire all’Agenzia l’accesso ai luoghi di lavoro in cui i lavoratori somministrati presteranno la loro attività lavorativa;

2.       Permettere all’Agenzia l’utilizzo delle attrezzature per le quali è previsto l’addestramento;

3.       Mettere a disposizione a titolo gratuito personale esperto nell’utilizzo i predetti dispositivi per le quali è previsto l’addestramento. Laddove tale personale non fosse disponibile, l’Agenzia incaricherà per l’esecuzione delle attività formatori esterni e addebiterà all’ente i relativi costi;

4.       Trasmettere preliminarmente all’Agenzia l’elenco delle attrezzature con relative  specifiche tecniche, manuali di utilizzo e le procedure in uso presso l’ente, con particolare riferimento alla salute e sicurezza dei lavoratori e l’utilizzo dei DPI, relativamente alle attrezzature per le quali è richiesto l’addestramento in relazione a ciascuna specifica mansione per cui saranno attivati i Contratti di Somministrazione, nonché qualsiasi altra documentazione necessaria per la corretta realizzazione ed erogazione dell’addestramento.

·         Capitolato di gara art. 6 punto 16. Si chiede di rettificare quanto contenuto precisando che la sostituzione di una risorsa e la risoluzione del contratto di lavoro potrà aver luogo solo per mancato superamento del periodo di prova o a seguito di un procedimento disciplinare con licenziamento per giusta causa.

·         Capitolato di gara art. 6 punto 18. Si chiede di circoscrivere la responsabilità per danni a persone e cose al solo personale di staff e non anche a quello somministrato atteso che l’art. 35 comma 7 del D. Lgs 81/2015 stabilisce che “L’utilizzatore risponde nei confronti dei terzi dei danni a essi arrecati dal lavoratore nello svolgimento delle sue mansioni” così come l’art. 30 del D. Lgs 81/2015 attribuisce potere direttivo e di controllo in capo all’utilizzatore.  Giova, altresì, rammentare che le SA non possono procedere con una distribuzione degli oneri risarcitori differente da quella prevista dal legislatore per il contratto di somministrazione e, di conseguenza, non possono richiedere alle APL la stipula di polizze assicurative con coperture diverse e/o più ampie. (cfr. Circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 9 del 2007).

·         Capitolato di gara art. 8. Si chiede di specificare che la comminazione delle penali, preceduta da regolare contraddittorio tra le parti, avverrà mediante apposita nota di debito e non attraverso la compensazione dei compensi dovuti all’agenzia. Si chiede, inoltre, di puntualizzare che, al di fuori dei casi di dolo o colpa grave, le pretese risarcitorie non potranno riguardare danni indiretti o perdite di profitto e comunque non dovranno eccedere (singolarmente o congiuntamente considerate) il valore del valore del corrispettivo previsto a favore dell’agenzia.

Risposta n. 1

Livelli e costi orari

LIvello 3B Leucopetra € 1.874,14 mensilità; tasso medio inail applicato 34*1000. Totale costo Inail annuo € 892.

Livello J Leucopetra € 1.212,14 mensilità, tasso inail medio applicato 34*1000. Totale costo inail annuo € 577.  

38 ore settimanali frequenza 6/7.

Capitolato art.6 punto 9 ==> L’articolo ed il comma in questione prevedono che, gli obblighi indicati, risultino a carico della Stazione Appaltante.

Capitolato art.6 punto 16 ==> I casi contemplati nel Capitolato sono ricompresi in quelli del quesito dovendosi applicare la normativa vigente in materia.

Capitolato art.6 punto 18 ==> Trova applicazione l’art. 35, comma 7, D.Lgs. 81/2015.

Capitolato art. 8 ==> IL contraddittorio è previsto dalla clausola in esame, nella parte in cui prevede la contestazione del RUP e, pertanto, si conferma la sussistenza del contraddittorio.

Quesito n. 2

Si chiede se è prevista l’applicazione della clausola sociale e, in caso affermativo, il nominativo dell’ApL uscente.

Risposta n.2

Alla presente procedura si applica, integralmente, la normativa di cui al D.Lgs. 36/2023 e, pertanto, l’art. 57 del richiamato Decreto troverà applicazione nella stipula dei contratti successivi.

A tal fine, si precisa che la Leucopetra, nel corso dell’anno 2022, ha fatto ricorso al lavoro in somministrazione per le seguenti mansioni:

–          Operatori livello J CCNL imprese ambientali;

–          Autisti/promiscui livello 3B CCNL imprese ambientali.

Ogni altra indicazione è reperibile sul sito istituzionale, Amministrazione Trasparente, Sezione: Bandi e Gare.

Quesito n. 3

Posto che il disciplinare di gara riporta quanto segue:

–          valore dell’affidamento: 250.000,00 € (duecentocinquantamila/00), oltre IVA e compresi;

–          costo del servizio (pari alla somma di oneri retributivi, contributivi, assicurativi e di formazione per le risorse lavorative da fornire in somministrazione alla S.A.), fissato/stimato in un importo pari ad € 250.000,00, non soggetto a ribasso;

si invita a specificare quale sia il valore del costo del lavoro e quale l’importo da ribassare.

Risposta n.3

in relazione al quesito, si precisa che è stato predisposto nuovo modello “ALLEGATO Offerta Economica”, da utilizzare per la formulazione dell’offerta economica, in cui sono riportati i parametri richiesti e la specifica indicazione della parte della tariffa soggetta a ribasso.

Quesito n. 4

Spett.le ENTE

con riferimento alla presente procedura inviamo la seguente richiesta di chiarimenti:

CAPITOLATO

Art.6 c.18

Si chiede conferma che la clausola troverà applicazione nei limiti e alle condizioni previste dalla normativa di settore secondo cui la responsabilità civile in tali fattispecie di affidamento è, ex lege, prevista in capo al solo Utilizzatore per quanto concerne i danni arrecati a terzi dal lavoratore somministrato nell’esercizio delle sue mansioni, intendendosi per terzo qualsiasi soggetto diverso dal lavoratore medesimo (art. 35, comma 7, d.lgs. n. 81/2015). In capo all’Apl sussiste , invece, la responsabilità per i danni diretti cagionati dai propri dipendenti diretti nell’espletamento delle attività oggetto dell’appalto;

Art. 8

Si chiede conferma che in caso di applicazione delle penali sarà garantito il previo contraddittorio scritto tra le Parti e che il relativo importo non sarà decurtato dalla parte di fattura costituente il rimborso del costo del lavoro;

DISCIPLINARE

Art.21

  • Si chiede in caso di recesso/conclusione anticipata del rapporto contrattuale per cause differenti dalla giusta causa di voler garantire – in conformità con la normativa che disciplina la somministrazione lavoro – il diritto dei lavoratori a portare a termine i contratti individuali fino alla naturale scadenza (art. 45 CCNL Agenzie per il lavoro) e, dunque, il diritto del lavoratore di essere comunque retribuito sino alla scadenza naturale del contratto, con conseguente onere del Committente-utilizzatore di rimborso dei costi sostenuti dall’Agenzia (art 33 c. 2 D. Lgs. 81/15);
  • Si chiede conferma che in caso di applicazione delle penali sarà garantito il previo contraddittorio scritto tra le Parti e che il relativo importo non sarà decurtato dalla parte di fattura costituente il rimborso del costo del lavoro.

Grazie, Cordiali saluti

Risposta n.4

Art. 6, comma 18, Capitolato

Trova applicazione l’art. 35, comma 7, D.Lgs. 81/2015.

Art. 8 Capitolato

IL contraddittorio è previsto dalla clausola in esame, nella parte in cui prevede la contestazione del RUP e, pertanto, si conferma la sussistenza del contraddittorio.

Art. 21 Disciplinare

Sul punto si richiama la norma indicata di cui all’art. 123 D.Lgs. 36/2023 che regola la materia e, pertanto, troverà applicazione il termine del preavviso di 30 gg. previsto dalla richiamata norma, senza pregiudizio per il lavoratore.

Per il contraddittorio si rinvia alla risposta per il quesito relativo all’art. 8 del Capitolato.

Quesito n. 5

Al fine della applicazione della cosiddetta Clausola Sociale (art. 31 del CCNL per la Categoria Agenzie per il Lavoro), ovvero che in caso di cessazione di appalti pubblici nei quali l’Ente appaltante proceda ad una nuova aggiudicazione ad Agenzia anche diversa dalla precedente, l’Agenzia aggiudicataria è tenuta a garantire il mantenimento in organico di tutti i lavoratori già utilizzati in precedenza, compatibilmente con i numeri richiesti dal bando e per tutta la durata dello stesso. Sulla base di tale obbligo, si chiede cortesemente di conoscere se la Stazione Appaltante ha in forza dei lavoratori somministrati e in caso affermativo chiediamo:

– Il numero dei lavoratori oggi attivi con contratto di somministrazione,
– L’inquadramento di tali lavoratori, con evidenza dei profili professionali e delle mansioni,
– La tipologia contrattuale (contratto di somministrazione a tempo determinato o indeterminato) di tali lavoratori,
– In caso di contratto di somministrazione a tempo indeterminato, la data di assunzione o trasformazione (da tempo determinato a tempo indeterminato),
– La durata media delle missioni attivate in somministrazione negli ultimi 36 mesi
– La conferma che tale personale sia già formato ed istruito ai sensi del d.lgs. n. 81/2008 oltre che idoneo alla mansione
– L’attuale fornitore.


L’obbligo alla pubblicazione/rilascio di tali informazioni trova ampia sponda anche nel parere n. 2703/2018 del 21.11.2018 del Consiglio di Stato sulle linee Guida ANAC relative alla clausola sociale. Nel predetto parere il Consiglio di Stato ha avuto modo di ribadire con forza che “l’effettivo contemperamento della libertà di impresa con il diritto al lavoro ad avviso della Commissione richiede l’eliminazione di un’asimmetria informativa fra i potenziali imprenditori entranti, l’imprenditore entrante e l’imprenditore uscente, che è titolare, nell’ambito che interessa, di una posizione dominante, o comunque di vantaggio informativo, della quale occorre prevenire il possibile abuso al fine di evitare fenomeni di azzardo morale. In termini economici, infatti, l’imprenditore che già gestisce il servizio da affidare è necessariamente in possesso di tutte le informazioni sul numero degli addetti che impiega e sui relativi costi, ovvero delle informazioni che gli esterni non conoscono, e che però sono loro necessarie per concorrere alla gara con un’offerta sostenibile. Ad avviso della Commissione, applicare in modo effettivo la clausola sociale postula che la descritta asimmetria informativa venga eliminata”. Pertanto, vista la vincolatività della clausola sociale, le informazioni appena richieste risultano imprescindibili sia per formulare adeguatamente l’offerta economica, sia per garantire il rispetto del principio fondamentale della par condicio concorrentium, nonché il rispetto della buona fede e correttezza (art. 1375 e 1175 del Codice Civile) poiché, diversamente, il fornitore attuale godrebbe di un indubbio vantaggio rispetto agli altri partecipanti alla procedura in quanto unico concorrente in possesso di tali informazioni.

Risposta n. 5

Alla presente procedura si applica, integralmente, la normativa di cui al D.Lgs. 36/2023 e, pertanto, l’art. 57 del richiamato Decreto troverà applicazione nella stipula dei contratti successivi.

A tal fine, si precisa che la Leucopetra, nel corso dell’anno 2022, ha fatto ricorso al lavoro in somministrazione, a tempo determinato, per le seguenti mansioni:

–          Operatori livello J CCNL imprese ambientali;

–          Autisti/promiscui livello 3B CCNL imprese ambientali.

Ogni altra indicazione è reperibile sul sito istituzionale, Amministrazione Trasparente, Sezione: Bandi e Gare.

Quesito n. 6

Gentilissimi,

riguardo il pagamento Ana csul Disciplinare è riportato l’mporto di 20,00 euro. Trattasi di refuso?

Perchè sul portale ANAC l’importo da pagare è di 18,00 €.

In attesa di riscontro, cordiali saluti.

Risposta n. 6

Confermiamo il refuso

Quesito n. 7

Egregi,

si richiedono i seguenti chiarimenti:

– Si chiede di conoscere le tariffe sul quale applicare il ribasso percentuale. A tal riguardo si chiede di identificare nelle stesse tariffe la quota costituita dal costo orario  così da non permettere offerte che intacchino tale elemento non ribassabile.

-Si chiede conferma che le festività infrasettimanli non lavorate – se dovute al lavoratore – saranno fatturate alla tariffa ordinaria.

-Si chiede di indicare i CCNL applicati per le diverse figure.

Cordiali saluti

Risposta n. 7

Si conferma che le festività infrasettimanali non lavorate sono pagate a tariffa ordinaria.

I CCNL di settore sono quelli indicati nel nuovo modello fac simile Offerta Economica

in relazione al quesito, si precisa che è stato predisposto nuovo modello “ALLEGATO Offerta Economica”, da utilizzare per la formulazione dell’offerta economica, in cui sono riportati i parametri richiesti e la specifica indicazione della parte della tariffa soggetta a ribasso.

RDO MEPA 3672668 – PROCEDURA APERTA EX ART. 71 D.Lgs. 36/2023 PER L’AFFIDAMENTO DI UN ACCORDO QUADRO CON UN UNICO OPERATORE, MEDIANTE PIATTAFORMA ME.P.A., FINALIZZATO ALL’ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO A TEMPO DETERMINATO, CON IL CRITERIO DLL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA EX ART. 108, D.LGS. 36/20253.

Documentazione su piattaforma MEPA e su “Amministrazione Trasparente”

Gara tramite RDO nr 3331350 su portale Mepa – Fornitura della massa vestiaria invernale per il personale Leucopetra Spa

Gara per il noleggio a freddo, senza conducente, con la formula full service, per 60 mesi di automezzi per la raccolta dei rifiuti – CIG. 92175735DE – Avviso di Aggiudicazione Provvisoria