A Portici si deposita

No current events.

La Leucopetra Spa non opera più sul territorio di San Sebastiano al Vesuvio, per maggiori informazioni contattare il Comune.

Accesso Area riservata dipendenti

Regolamento per l'iscrizione all'Albo dei fornitori

Regolamento per l'acquisto in economia  di forniture di beni e servizi.



CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1- OGGETTO

1. OGGETTO: Il presente regolamento disciplina il sistema delle procedure per l'acquisizione in economia di forniture di beni, servizi e lavori specificatamente individuati nello stesso e nei limiti riportati negli articoli seguenti.

2. FINALITA': Le disposizioni del presente Regolamento sono finalizzate ad assicurare che l'affidamento di lavori, servizi e forniture di beni avvenga nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e pubblicità previsti dall'art. 2 D. Lgs. 163 del 2006.

 

Art. 2 - PRINCIPI GENERALI

1. Tutti i contratti nonché le procedure finalizzate alla relativa stipulazione devono essere gestite:

a) nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento comunitario e dell'ordinamento nazionale;

b) nel rispetto della libera concorrenza;

c) nel rispetto dei principi di legalità, efficienza, efficacia, tempestività e trasparenza; d) dei principi e delle disposizioni di tutela dei lavoratori;

e) secondo finalità di eco compatibilità e sostenibilità ambientale.

2. La società può stipulare tutte le tipologie di contratto funzionali al perseguimento degli interessi pubblici di cui è portatrice, anche se non espressamente previste dall'ordinamento vigente, purché non esplicitamente vietate da norme imperative. 3. La società può definire le clausole dei contratti che meglio soddisfino l'interesse pubblico, anche se non espressamente previste dall'ordinamento vigente, purché non esplicitamente vietate da norme imperative.

4. Qualora nel corso di validità del presente regolamento dovessero modificarsi ledisposizioni comunitarie e/o nazionali e/o regionali che disciplinano i procedimenti amministrativi oggetto del presente regolamento, anche le disposizioni del presente regolamento che siano divenute incompatibili con la normativa sopravvenuta, si intendono implicitamente abrogate e automaticamente sostituite con le norme comunitarie e/o nazionali e/o regionali sopravvenute.



Art. 3 - NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Le disposizioni del presente Regolamento fanno riferimento:

  • alla normativa nazionale: - codice civile, codice di procedura civile, D. Lgs. 163/2006 (di seguito denominato " Codice dei Contratti Pubblici") in misura prevalente e con particolare riferimento all'art. 125;
  • tutte le altre leggi e atti aventi forza di legge inerenti la materia oggetto del presenteregolamento ed in particolare Legge 12.07.2011 n.106;
  • ai Regolamenti: - Regolamento di esecuzione ed attuazione del D, Lgs.163/2006 , D.P.R. n.207 del 05.10.2010.


Art. 4 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Il presente regolamento si applica agli approvvigionamenti di beni e servizi strumentali al normale funzionamento della società, per importi inferiori alla soglia di rilievo comunitario.

Attualmente le soglie vigenti sono:

Tipologia Soglie applicate dal 1° Gennaio 2010
Lavori (settori ordinari e speciali) € 4.845.000,00
Servizi e forniture (settori ordinari) € 193.000,00
Servizi e forniture (amministrazioni statali) € 125.000,00
Servizi e forniture (settori speciali) € 387.000,00

 


Art. 5 - DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE


1. L'avvio di ogni procedura finalizzata alla stipulazione di contratti che comportino una spesa per la società è preceduta:

a) dalla verifica di adeguata copertura finanziaria;

b) dalla esplicitazione delle finalità che si intendono perseguire;

c) dalla scelta della procedura di individuazione del contraente più funzionale al soddisfacimento dell'interesse pubblico;

d) dalla individuazione della tipologia di contratto e delle principali clausole contrattuali ed in particolare quelle a tutela della Società.

2. Nessun contratto può essere artificiosamente frazionato allo scopo di sottoporlo alla disciplina legislativa o regolamentare specifica dei lavori in economia o degli approvvigionamenti in economia. Non si considera frazionamento artificioso la suddivisione del lavoro o dell'approvvigionamento:

• in ambiti territoriali diversi seppur all'interno del territorio di competenza della società;

• che sia giustificata da specifiche ragioni tecniche esplicitate in apposita relazione del responsabile del procedimento.

3. La liquidazione in favore del contraente è subordinata:

a) alla verifica dell'esatto adempimento della prestazione, anche mediante verifiche, prove o collaudi;

b) all'accertamento della insussistenza delle condizioni che giustifichino l'applicazione di penali o la risoluzione del contratto;

c) all'accertamento che non sussistano ragioni di credito della società da portare in compensazione con i crediti del contraente.

4. Compete al responsabile del procedimento, documentare l'adempimento delle condizioni di cui ai commi precedenti.

Art. 6 - RIPARTIZIONE DELLE COMPETENZE ALL'INTERNO DELLA SOCIETA'

Le attività di gestione delle procedure connesse all'attività negoziale, rientrano nella competenza del Responsabile Unico del Procedimento il quale verrà coadiuvato e supportato dai responsabili di ufficio così come individuati dalla società. Il RUP sarà il Direttore Operativo, se nominato, oppure un'altra figura appositamente prescelta dal Consiglio di Amministrazione.

Al Responsabile Unico del Procedimento compete, anche con l'ausilio operativo degli uffici preposti come da organigramma aziendale:

a)     dare attuazione agli indirizzi espressi dal Consiglio di Amministrazione;

b)     scegliere la procedura più idonea alla stipulazione del contratto;

c)     scegliere il criterio di aggiudicazione;

d)     predisporre gli atti e la modulistica necessari alla regolamentazione e gestione della procedura di scelta del contraente;

e)     predisporre lo schema di contratto e il disciplinare della procedura;

f)     acquisire la documentazione necessaria alla stipulazione del contratto;

g)     conservare la copia del contratto in formato cartaceo ed elettronico;

h)     stipulare il contratto, se all'uopo delegato dal Consiglio di Amministrazione;

i)     adottare il provvedimento conclusivo della procedura;

j)     vigilare sulla corretta applicazione del contratto;

k)     formulare la eventuale proposta di risoluzione consensuale del contratto nonché l'eventuale rinnovo, proroga o ripetizione;

l)     formulare la eventuale proposta al Consiglio di Amministrazione di avviare azioni giudiziarie a tutela dei diritti della società ovvero di resistere in giudizio;

m)    formulare la eventuale proposta al Consiglio di Amministrazione di risoluzione stragiudiziale di eventuali controversie insorte sulla interpretazione o applicazione di clausole contrattuali;

n)     curare l'esecuzione del contratto per quanto di competenza della Società.

Art. 7 - COMMISSIONE DI GARA

Il Consiglio di Amministrazione, qualora lo ritenga opportuno per la gestione della procedura di scelta del contraente, affianca il Responsabile Unico del Procedimento nominando una commissione di gara costituita da un numero dispari di componenti. La commissione di gara è presieduta dal Responsabile Unico del Procedimento.

Il Consiglio di Amministrazione nomina la commissione e può, quando le circostanze lo richiedano, nominare componenti esterni particolarmente qualificati, prefissandone anche l'eventuale relativo compenso.

I commissari devono astenersi dalla partecipazione alla commissione, oltre che nei casi espressamente previsti dalla legge, quando:

a)     si trovino o possano trovarsi in conflitto di interessi con la società;

b)     siano legati da un rapporto di parentela o affinità fino al 4° grado con alcuno dei concorrenti;

c)     non possano garantire imparzialità nei confronti dei concorrenti;

Compete alla commissione di gara:

1. accertare che ciascun concorrente soddisfi le condizioni di ammissibilità alla procedura;

2. individuare i soggetti da invitare a presentare un'offerta;

3. verificare l'ammissibilità delle offerte;

4. valutare le offerte;

5. verificare l'eventuale anomalia delle offerte;

6. predisporre la graduatoria dei concorrenti;

7. proporre al Consiglio di Amministrazione l'aggiudicazione.

La commissione documenta la propria attività redigendo apposito verbale. Le decisioni della commissione sono assunte all'unanimità o a maggioranza assoluta dei voti.

Art.8 - MODALITA' DI ESECUZIONE DELLE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA

1. Le acquisizioni di forniture di beni e di servizi e lavori in economia, disciplinate dal presente Regolamento possono essere effettuate con i seguenti sistemi:

A) in amministrazione diretta: sotto la direzione del Responsabile Unico del Procedimento, la società Leucopetra S.p.A. organizza ed esegue i servizi e lavori per mezzo di personale dipendente o eventualmente assunto per l ’ occasione, utilizzando mezzi propri o appositamente acquistati o noleggiati ed acquisendo direttamente le eventuali forniture di beni che dovessero rendersi necessarie;

B) a cottimo fiduciario: l'acquisizione di beni e servizi avviene a seguito di affidamento a soggetti esterni mediante procedure negoziate;

C) affidamento diretto: l'appalto è affidato direttamente ad un operatore economico in determinati limiti di importo.

Art. 9 - SCELTA DEL CONTRAENTE MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA

(COTTIMO FIDUCIARIO)

Per le forniture di beni e servizi di importo da € 20.000,00 e fino alla soglia di rilievo comunitario l'affidamento mediante il sistema del cottimo fiduciario avviene tramite procedura negoziata nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento .

In questo caso, il RUP procederà, di norma, a consultare almeno cinque operatori economici idonei (se sussistono in tale numero in relazione alla tipologia di bene o servizio da acquisire), individuati sulla base di ricerche di mercato preferibilmente o, in assenza, ovvero tramite l'Albo Fornitori.

L'ufficio incaricato aggiorna l'Elenco Operatori Economici al fine di garantire l'effettiva rotazione delle imprese da invitare (vedi Albo).

Le imprese da invitare alla procedura negoziata sono individuate, con criterio di rotazione, dall'Elenco Albo Fornitori.

Il numero minimo di imprese da invitare alla procedura negoziata non può essere inferiore a 5. Qualora non sia possibile invitare almeno 5 fornitori, la procedura negoziata si svolge con i fornitori che è stato possibile invitare.

Le modalità di svolgimento della procedura negoziata sono stabilite preventivamente e comunicate in forma scritta o telematica alle imprese invitate.

Art. 10- AFFIDAMENTO DIRETTO

1.    Il Responsabile Unico del Procedimento potrà prescindere dalla richiesta di una pluralità di offerte, ricorrendo all'affidamento diretto ad un unico fornitore, quando l'importo della spesa non sia superiore a € 20.000,00, esclusa IVA.

2.    Con tali modalità, nei limiti d'importo di cui al comma 1 del presente articolo, si potrà analogamente procedere nel caso di specialità del bene o servizio da acquisire , in relazione alle caratteristiche tecniche o di mercato, ovvero per comprovati motivi d'urgenza .

In tal caso, il Responsabile Unico del Procedimento richiedente dovrà motivare dettagliatamente e per iscritto il ricorso a tale procedura specificando:

-    le caratteristiche del bene o del servizio riconducibili al concetto di privativa industriale;

-    le impellenti ed imprevedibili esigenze di pubblica utilità, i motivi dello stato d'urgenza, le cause che lo hanno provocato e gli interventi necessari per rimuovere gli inconvenienti verificatisi.

3.    Il Responsabile Unico del Procedimento, eventualmente di concerto con i responsabili degli uffici interessati, dovrà altresì definire il valore economico delle forniture di beni o dei servizi da acquisire.

Art. 11 - LAVORI ESEGUITI IN AMMINISTRAZIONE DIRETTA

1.    Possono essere eseguiti in amministrazione diretta i lavori che rientrano nelle tipologie di seguito indicate nell'articolo 13, anche se per la loro definizione ed esecuzione si renda necessario redigere specifici elaborati grafici e/o prestazionali.

2.    Il Responsabile del Procedimento:

a) provvede all'esecuzione dell'intervento mediante materiali, mezzi e attrezzature della Società e/o appositamente noleggiate e maestranze della Società e/o appositamente assunte, nel rispetto di quanto previsto per l’assunzione di personale negli enti pubblici;

b) provvede a controllare che l'intervento sia eseguito a regola d'arte;

c) controlla che le fatture dei relativi fornitori siano conformi agli ordini di acquisto.

Art.12 - ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI - ALBO FORNITORI

Con successiva deliberazione del Consiglio di Amministrazione viene essere istituito l'elenco:

a) dei fornitori di beni che intendono essere invitati alle procedure negoziate, suddiviso per categorie merceologiche funzionali ai fabbisogni della Società;

b) dei prestatori di servizi che intendono essere invitati alle procedure negoziate, suddiviso per categorie merceologiche funzionali ai fabbisogni della Società;

c) delle imprese che intendono essere invitate alle procedure negoziate per l'affidamento di lavori in economia mediante cottimo suddiviso per categorie di lavori funzionali ai fabbisogni della Società.

Ciascun operatore economico che intenda essere iscritto nell'elenco deve presentare apposita istanza, specificando in quali categorie merceologiche o categorie di lavori intende essere inserito, utilizzando la modulistica pubblicata sul sito ed allegata al presente regolamento.

L'inserimento nell'elenco segue l'ordine cronologico di presentazione delle istanze. L'elenco viene periodicamente aggiornato ogni due mesi con l'inserimento degli operatori economici che hanno presentato l'istanza.

L'operatore economico che è stato inserito nell'elenco verrà cancellato dall'elenco qualora:

• chieda di essere cancellato;

• non abbia presentato offerta, pur essendo stato invitato per 3 volte; • incorra in una causa di esclusione dagli appalti pubblici di cui all'articolo 39 D.Lgs.163/2006.

La gestione e l'aggiornamento degli elenchi di cui al comma 1 è di competenza della Segreteria amministrativa della società.

Art. 13- TIPOLOGIA DELLE SPESE IN ECONOMIA

E' ammesso il ricorso alle procedure di spesa in economia per l'acquisizione di beni, servizi e lavori di seguito indicati:

1.       partecipazione a convegni, congressi, conferenze, riunioni, mostre e altre manifestazioni    culturali    e    scientifiche    nell'interesse    della    società,    di amministratori e dipendenti della Società;

2.      assunzione in locazione di locali a breve termine con attrezzature di funzionamento per l'espletamento di concorsi indetti dai competenti uffici e per l'organizzazione di convegni, congressi, conferenze, riunioni, mostre e altre manifestazioni culturali e scientifiche, quando non vi siano disponibili idonei locali di proprietà, ovvero per esigenze di pronto intervento in materia di assistenza pubblica;

3.      corsi    di    preparazione,    formazione    e    perfezionamento    del    personale, partecipazione alle spese per corsi indetti da enti, istituti e amministrazioni varie;

4.      divulgazione di qualunque notizia o comunicazione relativa alla Società, ivi compresa la pubblicazione dei bandi di gara e di concorso a mezzo stampa o altri mezzi di informazione;

5.      acquisto di libri, riviste, pubblicazioni di vario genere ed abbonamenti;

6.      traduzioni, copie e trascrizioni nei casi in cui la Società non possa provvedervi con il proprio personale;

7.      stampa, tipografia, litografia, rilegatura, compresa la fornitura di stampati di normale utilizzo da parte degli uffici;

8.      cancelleria, riparazioni mobili, macchine, impianti telefonici, elettronici, antincendio, antintrusione, fotografici, audiovisivi, di amplificazione e diffusione sonora ed altre attrezzature per ufficio;

9.      l'acquisto e la manutenzione di terminali, personal computers, stampanti, cablaggi e materiale informatico hardware e software, utilizzati dagli uffici;

10.     fornitura e/o noleggio e/o leasing di autoveicoli, macchine operatrici e attrezzature per lo svolgimento delle attività istituzionali;

11.     polizze di assicurazione;

12.     fornitura di buoni pasto per il personale;

13.     spese per la pulizia, derattizzazione, disinfestazione e disinfezione degli immobili, delle infrastrutture e degli automezzi;

14.     acquisto e manutenzione di mobili, fotocopiatrici e attrezzature per gli uffici e i vari servizi;

15.     servizi di vigilanza diurna e notturna per immobili, mobili e apparecchiature; 16.     forniture per l'esecuzione dei lavori in economia;

17.     spese per adeguamenti dei luoghi di lavoro alle normative vigenti

18.     forniture di qualsiasi natura per i quali siano stati esperiti infruttuosamente le procedure aperte e ristrette e non possa esserne differita l'esecuzione;

19.     ricerche, indagini, studi, rilevazioni, perizie di stima e consulenze specialistiche;

20.     servizi finanziari e/o bancari;

21.     spese per completare l'esecuzione di un contratto risolto anticipatamente per colpa dell'originario appaltatore;

22.     acquisizioni di beni o servizi nella misura strettamente necessaria, nel caso di contratti scaduti, nelle more di svolgimento delle ordinarie procedure di scelta del contraente;

23.     eventi oggettivamente imprevedibili ed urgenti, al fine di scongiurare situazioni di pericolo a persone, animali o cose, nonché a danno dell'igiene e salute pubblica e/o del patrimonio storico, artistico e culturale;

24.     difesa della Società quando sia convenuta in giudizio avanti al giudice ordinario o amministrativo;

25.     incarichi di progettazione, direzione lavori, coordinamento della sicurezza e collaudo di opere pubbliche;

26.     servizi di trasmissione, spedizione e consegna;

27.     agenzie di viaggio;

28.     servizi di autotrasporto e taxi;

29.     servizi e lavori per il subappalto temporaneo delle attività operative del servizio;

30.     servizi di società di lavoro interinale;

31.     società di consulenza per la selezione del personale, la cui assunzione avverrà in base alle vigenti norme di legge;

32.     quant'altro sia necessario per il normale funzionamento della Società.

ART. 14- PUBBLICITA'E TRASPARENZA

L'affidamento e la stipula dei contratti è resa pubblica secondo le modalità stabilite dalla vigente legislazione e, qualora ritenuto opportuno, anche mediante avviso sul sito internet della Società. Sul sito internet della Società può essere altresì consentito prendere visione del contenuto del contratto.



Condividi questo articolo

Collegati a Facebook

Cerca

NOTA! I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi e non modificando le impostazioni del tuo browser, accetti il nostro utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information